Table of contents
Share Post

Metabolismo lento? Ecco qual è il motivo!

Abbiamo tutti sentito parlare di “Metabolismo Lento”.

Immagino che ne abbiate sentito parlare tante volte del metabolismo, il regolatore della nostra energia e del nostro peso. Molte di voi, tra studentesse, professioniste e appassionate di bellezza, hanno sicuramente sentito parlare di “metabolismo lento” e di come possa influenzare il nostro benessere.

Ma cosa significa veramente? E come possiamo sfruttare questa conoscenza a nostro favore?

In questo articolo vedremo cos’è il metabolismo, come funziona e come domarlo quando fa i capricci.

Aspetta! Non solo questo, sei nel posto giusto perchè ti presenterò un nuovo programma di allenamento studiato appositamente per chi, come te, desidera risolvere questo problema e riprendere a migliorare il proprio corpo. Il percorso che ti propongo è più di una semplice scheda: è una nuovo programma che ti aiuterà a riconnetterti con il corpo e ad ascoltare le sue vere esigenze.

Che cos’è il Metabolismo

Il metabolismo è la parola magica spesso invocata quando si parla di peso, energia e salute generale. Ma andiamo oltre il mito e scopriamo cosa si nasconde dietro questo termine.

In termini scientifici, il metabolismo rappresenta l’insieme dei processi chimici che avvengono nel nostro corpo per mantenerci vivi. Questi processi trasformano il cibo che mangiamo in energia, indispensabile per compiere tutte le nostre attività quotidiane, dallo studio al lavoro, dallo sport al semplice riposo.

Il metabolismo è suddiviso in:

Catabolismo, che rompe le molecole per produrre energia;

Anabolismo, che utilizza questa energia per costruire componenti necessari alle cellule, come proteine e acidi nucleici.

Il tasso metabolico o la velocità del nostro metabolismo, varia da persona a persona a causa di fattori genetici, età, peso, sesso e livello di attività fisica.

Quando il metabolismo è veloce, il corpo brucia calorie più rapidamente, contribuendo a una maggiore facilità nel mantenere o perdere peso. Al contrario, un metabolismo lento può rendere più difficile la perdita di peso e favorire l’accumulo di grasso.

Comprendere il proprio metabolismo ed il proprio corpo è un grande passo per apportare cambiamenti positivi alla salute ed alla forma fisica. E questa è esattamente la via che voglio farti percorrere: capire come possiamo influenzare positivamente il nostro corpo per vivere in modo più sereno.

Caratteristiche del Metabolismo Normale vs. Rallentato

Il metabolismo di ogni persona è unico e diverso dagli altri, come un’impronta digitale.

Cosa distingue un metabolismo “normale” da uno “rallentato”?

Un metabolismo considerato “normalemantiene il bilancio energetico del corpo, supporta le funzioni vitali e l’attività fisica quotidiana senza difficoltà. Questo si traduce in un peso stabile, livelli di energia elevati ed una sensazione di benessere generale.

D’altra parte, un metabolismo “rallentatonon è in grado di produrre energia con la stessa efficienza. Potremmo dire che non bruciare le calorie allo stesso modo, ma è molto più di questo. Si tratta di una maggiore difficoltà del corpo nello svolgere i normali processi fisiologici, fatica a svolgere le normali funzionalità del corpo.

La differenza tra questi due stati può dipendere da vari di fattori, come le abitudini quotidiane, attività fisica giornaliera (hai smesso di allenarti oppure ti stai allenando troppo), abitudini alimentari (dieta ipocalorica prolungata che affatica l’organismo oppure alimenti che non digerisci bene), periodi stressanti, età (più o meno, continua a leggere).

Comunque, c’è una buona notizia: abbiamo un grande controllo sul nostro stile di vita, sugli allenamenti e sull’alimentazione.

Come Riconoscere Il Rallentamento Del Metabolismo?

I sintomi di un metabolismo lento sono:

– essere in stallo e non riuscire a progredire con gli allenamenti e con il peso (sia per dimagrire, sia per costruire);

– aumento del peso nonostante si mangi poco;

– sentire stanchezza cronica;

– difficoltà a concentrarsi;

– sentire più freddo del solito.

Cause Del Metabolismo Lento

Queste sono le cause più comuni che provocano il rallentamento del metabolismo:

Metabolismo lento?
Ecco qual è il motivo

Abbiamo tutti sentito parlare di “Metabolismo Lento”

Immagino che ne abbiate sentito parlare tante volte del metabolismo, il regolatore della nostra energia e del nostro peso. Molte di voi, tra studentesse, professioniste e appassionate di bellezza, hanno sicuramente sentito parlare di “metabolismo lento” e di come possa influenzare il nostro benessere.
Ma cosa significa veramente? E come possiamo sfruttare questa conoscenza a nostro favore?

In questo articolo vedremo cos’è il metabolismo, come funziona e come domarlo quando fa i capricci.

Aspetta! Non solo questo, sei nel posto giusto perchè ti presenterò un nuovo programma di allenamento studiato appositamente per chi, come te, desidera risolvere questo problema e riprendere a migliorare il proprio corpo. Il percorso che ti propongo è più di una semplice scheda: è una nuovo programma che ti aiuterà a riconnetterti con il corpo e ad ascoltare le sue vere esigenze.

Che cos’è il Metabolismo

Il metabolismo è la parola magica spesso invocata quando si parla di peso, energia e salute generale. Ma andiamo oltre il mito e scopriamo cosa si nasconde dietro questo termine.

In termini scientifici, il metabolismo rappresenta l’insieme dei processi chimici che avvengono nel nostro corpo per mantenerci vivi. Questi processi trasformano il cibo che mangiamo in energia, indispensabile per compiere tutte le nostre attività quotidiane, dallo studio al lavoro, dallo sport al semplice riposo.

Il metabolismo è suddiviso in:
Catabolismo, che rompe le molecole per produrre energia;

Anabolismo, che utilizza questa energia per costruire componenti necessari alle cellule, come proteine e acidi nucleici.


Il tasso metabolico o la velocità del nostro metabolismo, varia da persona a persona a causa di fattori genetici, età, peso, sesso e livello di attività fisica.
Quando il metabolismo è veloce, il corpo brucia calorie più rapidamente, contribuendo a una maggiore facilità nel mantenere o perdere peso. Al contrario, un metabolismo lento può rendere più difficile la perdita di peso e favorire l’accumulo di grasso.

Comprendere il proprio metabolismo ed il proprio corpo è un grande passo per apportare cambiamenti positivi alla salute ed alla forma fisica. E questa è esattamente la via che voglio farti percorrere: capire come possiamo influenzare positivamente il nostro corpo per vivere in modo più sereno.

Caratteristiche del Metabolismo Normale vs. Rallentato

Il metabolismo di ogni persona è unico e diverso dagli altri, come un’impronta digitale.

Cosa distingue un metabolismo “normale” da uno “rallentato”?

Un metabolismo considerato “normale” mantiene il bilancio energetico del corpo, supporta le funzioni vitali e l’attività fisica quotidiana senza difficoltà. Questo si traduce in un peso stabile, livelli di energia elevati ed una sensazione di benessere generale.

D’altra parte, un metabolismo “rallentato” non è in grado di produrre energia con la stessa efficienza. Potremmo dire che non bruciare le calorie allo stesso modo, ma è molto più di questo. Si tratta di una maggiore difficoltà del corpo nello svolgere i normali processi fisiologici, fatica a svolgere le normali funzionalità del corpo.

La differenza tra questi due stati può dipendere da vari di fattori, come le abitudini quotidiane, attività fisica giornaliera (hai smesso di allenarti oppure ti stai allenando troppo), abitudini alimentari (dieta ipocalorica prolungata che affatica l’organismo oppure alimenti che non digerisci bene), periodi stressanti, età (più o meno, continua a leggere).

Comunque, c’è una buona notizia: abbiamo un grande controllo sul nostro stile di vita, sugli allenamenti e sull’alimentazione.

Come Riconoscere Il Rallentamento Del Metabolismo?

I sintomi di un metabolismo lento sono:

– essere in stallo e non riuscire a progredire con gli allenamenti e con il peso (sia per dimagrire, sia per costruire);

– aumento del peso nonostante si mangi poco;

– sentire stanchezza cronica;

– difficoltà a concentrarsi;

– sentire più freddo del solito.

Cause del Metabolismo Lento

Queste sono le cause più comuni che provocano il rallentamento del metabolismo:

Età:

Con l’avanzare dell’età, il metabolismo tende a rallentare. Perchè biologicamente il corpo rallenta? No.

Quel che rallenta, in realtà, è il nostro stile di vita. Certamente, i cambiamenti ormonali incidono sulle funzionalità del nostro corpo, ma non sono la causa principale del rallentamento del nostro corpo. Per questo, è importante avere uno stile di vita attivo e continuare ad allenarsi.

Col passare degli anni, soprattutto dopo i 30 ed i 40, le persone smettono di andare in palestra (o ne riducono il tempo), smettono di uscire a camminare, cercano la comodità e si buttano spesso sul divano con il telefonino e la tv. Questo è un bel modo di boicottare sé stessi ed i risultati ottenuti fino a quel momento.

Alimentazione Scorretta o Errore nel Calcolare il Fabbisogno Giornaliero:

Diete con un apporto calorico troppo basso o sbilanciato possono rallentare il metabolismo perchè creano un meccanismo di difesa che invece cerca di ‘trattenere’ energie. Soprattutto se la dieta ipocalorica è protratta a lungo, causa un adattamento del corpo poco funzionale per il tuo obiettivo.

Se hai appena iniziato una dieta dimagrante, fatta nel modo giusto, dovresti aspettare qualche settimana per iniziare a vederne gli effetti. Se questo non succede, potresti aver fatto un errore nel calcolare il tuo fabbisogno giornaliero.

L’alimentazione è molto importante e spesso la prima causa del rallentamento metabolico. Restrizioni estreme provocano disfunzioni ormonali. Un esempio, è l’eliminazione di un macronutriente (come carboidrati o grassi) senza un motivo valido per il proprio percorso. Per questo, chiedere l’intervento di un professionista è utile alla tua salute.

Resistenza Insulinica:

Quando l’organismo diminuisce la sensibilità all’azione dell’insulina, non riesce a gestire gli zuccheri in modo corretto. Anche questo problema è causato da un regime alimentare sbilanciato. Può essere dovuto sia all’eliminazione dei carboidrati, sia alla loro eccessiva assunzione (mangiare molti dolci, pane, biscotti e alimenti ricchi di zuccheri semplici in poco tempo).

Allenamenti Sbagliati

Un allenamento sbagliato reca più danni che benefici. Se gli allenamenti sono troppo faticosi e stressanti per il corpo, causano ulteriore infiammazione che affatica e rallenta il metabolismo. Se, al contrario, sono troppo leggeri rischiano di non dare lo stimolo adeguato per il cambiamento che desideri.

Anche in questo caso, richiedere l’intervento di un professionista ti aiuta a risparmiare tempo e rimanere in buona salute.

Stile di Vita Sedentario

La mancanza di attività fisica influisce negativamente sul metabolismo, riducendo la quantità di calorie bruciate. Ti muovi meno, bruci meno ed il corpo si adatta a questo processo anche se mangi poco. Il movimento è benessere, in qualsiasi situazione della vita.

Problemi alla Tiroide

La ghiandola tiroidea regola il metabolismo. Condizioni come l’ipotiroidismo possono causare un rallentamento del metabolismo, è importante saperlo perchè se hai uno stile di vita attivo e non hai problemi particolare con l’alimentazione, fare una visita dal medico e chiedere il suo parere può esserti d’aiuto.

Età

Con l’avanzare dell’età, il metabolismo tende a rallentare. Perchè biologicamente il corpo rallenta? No.
Quel che rallenta,
in realtà, è il nostro stile di vita. Certamente, i cambiamenti ormonali incidono sulle funzionalità del nostro corpo, ma non sono la causa principale del rallentamento del nostro corpo. Per questo, è importante avere uno stile di vita attivo e continuare ad allenarsi.

Col passare degli anni, soprattutto dopo i 30 ed i 40, le persone smettono di andare in palestra (o ne riducono il tempo), smettono di uscire a camminare, cercano la comodità e si buttano spesso sul divano con il telefonino e la tv. Questo è un bel modo di boicottare sé stessi ed i risultati ottenuti fino a quel momento.

Alimentazione Scorretta o

Errore nel Calcolare il Fabbisogno Giornaliero

Diete con un apporto calorico troppo basso o sbilanciato possono rallentare il metabolismo perchè creano un meccanismo di difesa che invece cerca di ‘trattenere’ energie. Soprattutto se la dieta ipocalorica è protratta a lungo, causa un adattamento del corpo poco funzionale per il tuo obiettivo.

Se hai appena iniziato una dieta dimagrante, fatta nel modo giusto, dovresti aspettare qualche settimana per iniziare a vederne gli effetti. Se questo non succede, potresti aver fatto un errore nel calcolare il tuo fabbisogno giornaliero.

L’alimentazione è molto importante e spesso la prima causa del rallentamento metabolico. Restrizioni estreme provocano disfunzioni ormonali. Un esempio, è l’eliminazione di un macronutriente (come carboidrati o grassi) senza un motivo valido per il proprio percorso. Per questo, chiedere l’intervento di un professionista è utile alla tua salute.

Resistenza Insulinica

Quando l’organismo diminuisce la sensibilità all’azione dell’insulina, non riesce a gestire gli zuccheri in modo corretto. Anche questo problema è causato da un regime alimentare sbilanciato. Può essere dovuto sia all’eliminazione dei carboidrati, sia alla loro eccessiva assunzione (mangiare molti dolci, pane, biscotti e alimenti ricchi di zuccheri semplici in poco tempo).

Allenamenti Sbagliati

Un allenamento sbagliato reca più danni che benefici. Se gli allenamenti sono troppo faticosi e stressanti per il corpo, causano ulteriore infiammazione che affatica e rallenta il metabolismo. Se, al contrario, sono troppo leggeri rischiano di non dare lo stimolo adeguato per il cambiamento che desideri.

Anche in questo caso, richiedere l’intervento di un professionista ti aiuta a risparmiare tempo e rimanere in buona salute.

Stile di Vita Sedentario

La mancanza di attività fisica influisce negativamente sul metabolismo, riducendo la quantità di calorie bruciate. Ti muovi meno, bruci meno ed il corpo si adatta a questo processo anche se mangi poco. Il movimento è benessere, in qualsiasi situazione della vita.

Problemi alla Tiroide

La ghiandola tiroidea regola il metabolismo. Condizioni come l’ipotiroidismo possono causare un rallentamento del metabolismo, è importante saperlo perchè se hai uno stile di vita attivo e non hai problemi particolare con l’alimentazione, fare una visita dal medico e chiedere il suo parere può esserti d’aiuto.

Ricerca e Studi sul Metabolismo: Uno Sguardo Approfondito

Uno studio che ha cambiato la comprensione del metabolismo è stato pubblicato su “Science” nel 2021. Lo studio è stato condotto da un team internazionale di ricercatori, guidato da John Speakman dell’University of Aberdeen e da Herman Pontzer della Duke University. Questa ricerca ha esaminato il tasso metabolico di oltre 6.400 persone, dai neonati agli anziani di 95 anni, in 29 paesi differenti, utilizzando la calorimetria indiretta per misurare il consumo di energia in condizioni di vita reale.

I risultati hanno sfidato alcune credenze comuni sul metabolismo, mostrando che, contrariamente alla convinzione popolare, il tasso metabolico non declina significativamente durante l’età adulta. Lo studio ha identificato quattro fasi distinte del metabolismo umano:

1- Infanzia: la fase in cui il metabolismo è più veloce, sostenendo una rapida crescita. Nei primi 12 mesi di vita, il fabbisogno energetico dei bambini è il più alto di qualsiasi altro momento successivo.

2- Età adulta: dal compimento dei 20 anni fino ai 60, il metabolismo rimane relativamente stabile e non rallenta tanto quanto si è portati a credere. Questa fase è caratterizzata da un tasso metabolico basale sorprendentemente stabile.

3-Invecchiamento: solo dopo i 60 anni il metabolismo inizia a rallentare, ma a un tasso minore di quanto precedentemente pensato, diminuendo circa del 0,7% all’anno.

Adattamento Metabolico: contrariamente a quanto si riteneva, lo studio ha trovato poche prove che la perdita di peso rallenti il metabolismo. Significa che chi dimagrisce non rallenta il metabolismo, la causa del rallentamento è dovuta ad una delle componenti scritte sopra.

Questo studio ha importanti implicazioni per il nostro approccio alla salute e al fitness. Dimostra che le variazioni nel tasso metabolico sono più legate allo stile di vita e non a un inevitabile declino dovuto all’invecchiamento.

Ciò significa che l’attenzione dovrebbe concentrarsi
su stili di vita attivi e
scelte alimentari sane per mantenere il metabolismo attivo,
piuttosto che accettare passivamente un presunto rallentamento metabolico.


L’importanza di queste scoperte risiede nella loro applicabilità: comprendere che il nostro metabolismo non è destinato a rallentare in modo significativo ci fornisce una motivazione in più per mantenere un alto livello di attività fisica e una dieta equilibrata durante tutta la vita.

Soluzioni per Stimolare il Metabolismo

Sarebbe bello dire che esista un modo universale per velocizzare il metabolismo, la verità è che dipende. Prima di tutto, è importante che tu capisca che non esiste un modo per ‘accelerare’ quelle reazioni chimiche fisiologiche del corpo, è importantissimo dare TEMPO al corpo perchè avvengano.

La soluzione è nel CAPIRE cosa non funziona correttamente ed intervenire su ciò che è rallentato.

Significa che se il tuo metabolismo è rallentato, devi riuscire a capire cosa lo rallenta.


COME CAPIRE COSA RALLENTA IL TUO CORPO?

Inizia rispondendo a queste domande:

– Hai calcolato bene il tuo fabbisogno giornaliero?

– Da quanto tempo stai seguendo il piano alimentare? Hai bisogno di cambiare strategia?

– Ti alleni senza saltare le sessioni? Da quanto tempo non fai riposare il corpo?

– Hai delle allergie o intolleranze che scatenano una risposta immunitaria?

Cosa puoi fare da oggi

Se il tuo metabolismo è rallentato, potresti aver bisogno di tempo e pazienza ma devi comunque fare la cosa giusta per venirne a capo.

Inizia da questi semplici passi e vedrai sbloccare la situazione.

1- allenamenti aerobici ad alta insensità + sessioni con i pesi seguiti da riposo adeguato

L’allenamento aiuta a regolarizzare il metabolismo, quello giusto. Alterna sessioni di allenamento con i pesi a sessioni cardio ad alta intensità con un adeguato riposo.

L’allenamento aerobico ad alta intensità è il più indicato per migliorare la sensibilità insulinica, ricorda che dev’essere seguito da un corretto riposo per evitare infiammazione e stress corporeo.
L‘allenamento con i pesi migliora la massa muscolare, che rimane attiva anche a riposo. Questo si traduce in un’assorbimento migliore dei nutrienti che vengono utilizzati in modo più funzionale dai nostri muscoli.

La combinazione dei due allenamenti si traduce in un miglioramento della composizione corporea. Questo non solo conferisce un aspetto del corpo più tonico e definito, ma aiuta a mantenere il metabolismo efficiente, poiché il tessuto muscolare brucia più calorie del tessuto adiposo.

2- Mangiare con regolarità

Fare piccoli pasti ed in modo più frequente è consigliato a chi ha il metabolismo rallentato, perchè aiuta a non affaticare la digestione, mantenere il metabolismo attivo, aiutare a trasformare il pasto assunto in energia per le attività che si stanno svolgendo.

Se sei in restrizione calorica da troppo tempo, concediti una pausa! Non avere paura di aumentare le calorie, potrebbe essere la soluzione che ti aiuterà.

Se sei incerta su come proseguire, chiedi l’aiuto di un esperto.

Fai attenzione ai cibi che stai mangiando, in particolare controlla di riuscire a digerire bene tutto dopo i pasti e se noti che qualcosa rallenta la digestione prova a metterlo da parte e riprenderlo in seguito. Chiedi sempre il parere del tuo medico.

3- dormire bene

Il riposo aiuta la rigenerazione del corpo, migliora la produzione degli ormoni, diminuisce lo stato infiammatorio anche post-allenamento.

Per dormire bene, è essenziale andare a letto all’ora che ti permette di dormire almeno 7 ore consecutive (quindi calcole in basse all’ora in cui ti devi svegliare per andare a lavoro o studiare).

Evita di stare al telefono, alla Tv e al computer almeno un’ora prima di andare a dormire. Meglio leggere, ascoltare musica, fare qualche faccenda domestica, scrivere, programmare la giornata successiva, fare un’attività che ti faccia rilassare la mente.

4- Camminare

Camminare aiuta tantissimo a sbloccare il metabolismo. Nota bene, funziona se fai attenzione anche alle altre componenti. Tutti questi consigli insieme, ti faranno ottenere un cambiamento, non uno solo di questi.

Chi ha il metabolismo rallentato, ha bisogno di muoversi in modo maggiore durante il giorno almeno per i primi periodi. Questo aiuta a mantenere attivo l’organismo, a migliorare la circolazione, nonché consumare più calorie durante la giornata senza stressare il corpo.

5- Tè verde, caffè, guaranà, Pepe, Pesce

Sono tutti alimenti che aiutano a velocizzare il metabolismo, puoi introdurli nella tua alimentazione:

Il te verde aiuta il metabolismo di grassi e zuccheri grazie all’Epigallocatechina gallato (EGCG), stimola la diuresi ed ha proprietà antiossidanti;

Il caffè ed il guaranà stimolano il sistema nervoso, promuovono la produzione di adrenalina e noradrenalina, che a loro volta aumentano il metabolismo, i battiti cardiaci e la pressione arteriosa. In piccole quantità sono sicuramente d’aiuto.

Il pepe stimola la termogenesi grazie alla piperina;

Il pesce ha un alto contenuto di iodio e di selenio che aiutano la funzione della Tiroide.

Ricerca e Studi sul Metabolismo: Uno Sguardo Approfondito

Uno studio che ha cambiato la comprensione del metabolismo è stato pubblicato su “Science” nel 2021. Lo studio è stato condotto da un team internazionale di ricercatori, guidato da John Speakman dell’University of Aberdeen e da Herman Pontzer della Duke University. Questa ricerca ha esaminato il tasso metabolico di oltre 6.400 persone, dai neonati agli anziani di 95 anni, in 29 paesi differenti, utilizzando la calorimetria indiretta per misurare il consumo di energia in condizioni di vita reale.

I risultati hanno sfidato alcune credenze comuni sul metabolismo, mostrando che, contrariamente alla convinzione popolare, il tasso metabolico non declina significativamente durante l’età adulta. Lo studio ha identificato quattro fasi distinte del metabolismo umano:

1- Infanzia: la fase in cui il metabolismo è più veloce, sostenendo una rapida crescita. Nei primi 12 mesi di vita, il fabbisogno energetico dei bambini è il più alto di qualsiasi altro momento successivo.

2- Età adulta: dal compimento dei 20 anni fino ai 60, il metabolismo rimane relativamente stabile e non rallenta tanto quanto si è portati a credere. Questa fase è caratterizzata da un tasso metabolico basale sorprendentemente stabile.

3-Invecchiamento: solo dopo i 60 anni il metabolismo inizia a rallentare, ma a un tasso minore di quanto precedentemente pensato, diminuendo circa del 0,7% all’anno.

Adattamento Metabolico: contrariamente a quanto si riteneva, lo studio ha trovato poche prove che la perdita di peso rallenti il metabolismo. Significa che chi dimagrisce non rallenta il metabolismo, la causa del rallentamento è dovuta ad una delle componenti scritte sopra.

Questo studio ha importanti implicazioni per il nostro approccio alla salute e al fitness. Dimostra che le variazioni nel tasso metabolico sono più legate allo stile di vita e non a un inevitabile declino dovuto all’invecchiamento.


Ciò significa che l’attenzione dovrebbe concentrarsi
su stili di vita attivi e
scelte alimentari sane per mantenere il metabolismo attivo,
piuttosto che accettare passivamente un presunto rallentamento metabolico.


L’importanza di queste scoperte risiede nella loro applicabilità: comprendere che il nostro metabolismo non è destinato a rallentare in modo significativo ci fornisce una motivazione in più per mantenere un alto livello di attività fisica e una dieta equilibrata durante tutta la vita.

Soluzioni per Stimolare il Metabolismo

Sarebbe bello dire che esista un modo universale per velocizzare il metabolismo, la verità è che dipende. Prima di tutto, è importante che tu capisca che non esiste un modo per ‘accelerare’ quelle reazioni chimiche fisiologiche del corpo, è importantissimo dare TEMPO al corpo perchè avvengano.

La soluzione è nel CAPIRE cosa non funziona correttamente ed intervenire su ciò che è rallentato.

Significa che se il tuo metabolismo è rallentato, devi riuscire a capire cosa lo rallenta.

COME CAPIRE COSA RALLENTA IL TUO CORPO?

Inizia rispondendo a queste domande:

– Hai calcolato bene il tuo fabbisogno giornaliero?

– Da quanto tempo stai seguendo il piano alimentare? Hai bisogno di cambiare strategia?

– Ti alleni senza saltare le sessioni? Da quanto tempo non fai riposare il corpo?

– Hai delle allergie o intolleranze che scatenano una risposta immunitaria?

Cosa puoi fare da oggi

Se il tuo metabolismo è rallentato, potresti aver bisogno di tempo e pazienza ma devi comunque fare la cosa giusta per venirne a capo.

Inizia da questi semplici passi e vedrai sbloccare la situazione.

1- allenamenti aerobici ad alta insensità + sessioni con i pesi seguiti da riposo adeguato

L’allenamento aiuta a regolarizzare il metabolismo, quello giusto. Alterna sessioni di allenamento con i pesi a sessioni cardio ad alta intensità con un adeguato riposo.

L’allenamento aerobico ad alta intensità è il più indicato per migliorare la sensibilità insulinica, ricorda che dev’essere seguito da un corretto riposo per evitare infiammazione e stress corporeo. L‘allenamento con i pesi migliora la massa muscolare, che rimane attiva anche a riposo. Questo si traduce in un’assorbimento migliore dei nutrienti che vengono utilizzati in modo più funzionale dai nostri muscoli.

La combinazione dei due allenamenti si traduce in un miglioramento della composizione corporea. Questo non solo conferisce un aspetto del corpo più tonico e definito, ma aiuta a mantenere il metabolismo efficiente, poiché il tessuto muscolare brucia più calorie del tessuto adiposo.


2- Mangiare con regolarità

Fare piccoli pasti ed in modo più frequente è consigliato a chi ha il metabolismo rallentato, perchè aiuta a non affaticare la digestione, mantenere il metabolismo attivo, aiutare a trasformare il pasto assunto in energia per le attività che si stanno svolgendo.

Se sei in restrizione calorica da troppo tempo, concediti una pausa! Non avere paura di aumentare le calorie, potrebbe essere la soluzione che ti aiuterà.

Se sei incerta su come proseguire, chiedi l’aiuto di un esperto.

Fai attenzione ai cibi che stai mangiando, in particolare controlla di riuscire a digerire bene tutto dopo i pasti e se noti che qualcosa rallenta la digestione prova a metterlo da parte e riprenderlo in seguito. Chiedi sempre il parere del tuo medico.

3- Dormire bene

Il riposo aiuta la rigenerazione del corpo, migliora la produzione degli ormoni, diminuisce lo stato infiammatorio anche post-allenamento.

Per dormire bene, è essenziale andare a letto all’ora che ti permette di dormire almeno 7 ore consecutive (quindi calcole in basse all’ora in cui ti devi svegliare per andare a lavoro o studiare).

Evita di stare al telefono, alla Tv e al computer almeno un’ora prima di andare a dormire.

Meglio leggere, ascoltare musica, fare qualche faccenda domestica, scrivere, programmare la giornata successiva, fare un’attività che ti faccia rilassare la mente.

4- Camminare

Camminare aiuta tantissimo a sbloccare il metabolismo. Nota bene, funziona se fai attenzione anche alle altre componenti. Tutti questi consigli insieme, ti faranno ottenere un cambiamento, non uno solo di questi.

Chi ha il metabolismo rallentato, ha bisogno di muoversi in modo maggiore durante il giorno almeno per i primi periodi. Questo aiuta a mantenere attivo l’organismo, a migliorare la circolazione, nonché consumare più calorie durante la giornata senza stressare il corpo.

5- Tè verde, caffè, guaranà, Pepe, Pesce

Sono tutti alimenti che aiutano a velocizzare il metabolismo, puoi introdurli nella tua alimentazione:

Il te verde aiuta il metabolismo di grassi e zuccheri grazie all’Epigallocatechina gallato (EGCG), stimola la diuresi ed ha proprietà antiossidanti;

Il caffè ed il guaranà stimolano il sistema nervoso, promuovono la produzione di adrenalina e noradrenalina, che a loro volta aumentano il metabolismo, i battiti cardiaci e la pressione arteriosa. In piccole quantità sono sicuramente d’aiuto.

Il pepe stimola la termogenesi grazie alla piperina;

Il pesce ha un alto contenuto di iodio e di selenio che aiutano la funzione della Tiroide.

6- inizia con il nuovo programma di allenamento

Ho creato un programma specificatamente per chi ha questo problema. Hai il metabolismo rallentato e nonostante ti alleni e mangi bene, non riesci a sbloccarlo?

Inizia ad allenarti con questa programmazione

Le schede sono strutturate in modo da farti lavorare sia sulla parte aerobica, sia sulla parte muscolare.

In particolare:

La prima scheda è un allenamento aerobico ad Alta Intensità, aiuterà ad aumentare la circolazione sanguigna, stimolerà il corpo ad utilizzare glucidi come fonte energetica. In particolare, questa scheda è costruita in circuito PHA, molto importante per stimolare la circolazione periferica;

La seconda scheda è una sessione Full Body con i pesi per rinforzare la muscolatura del corpo, aiuterà a costruire massa magra e contribuirà a avere una migliore composizione corporea;

La terza scheda è creata appositamente per le donne, è una sessione Glutei. Cosa c’è di meglio? Oltre a riattivare la circolazione, il metabolismo e sbloccare la situazione, costruirai delle bellissime pesche!

La quarta ed ultima scheda è una sessione a bassa intensità, esercizi a corpo libero che puoi fare sia in palestra, che a casa, per migliorare la propriocezione, rinforzare il core, avere maggior equilibrio e sentire meglio il tuo corpo. Segue una sessione aerobica a bassa intensità per stimolare l’uso dei grassi a scopo energetico.

Clicca per vedere il programma

6- inizia con il nuovo programma di allenamento

Ho creato un programma specificatamente per chi ha questo problema. Hai il metabolismo rallentato e nonostante ti alleni e mangi bene, non riesci a sbloccarlo?

Inizia ad allenarti con questa programmazione

Le schede sono strutturate in modo da farti lavorare sia sulla parte aerobica, sia sulla parte muscolare.

In particolare:

La prima scheda è un allenamento aerobico ad Alta Intensità, aiuterà ad aumentare la circolazione sanguigna, stimolerà il corpo ad utilizzare glucidi come fonte energetica. In particolare, questa scheda è costruita in circuito PHA, molto importante per stimolare la circolazione periferica;

La seconda scheda è una sessione Full Body con i pesi per rinforzare la muscolatura del corpo, aiuterà a costruire massa magra e contribuirà a avere una migliore composizione corporea.

La terza scheda è creata appositamente per le donne, è una sessione Glutei. Cosa c’è di meglio? Oltre a riattivare la circolazione, il metabolismo e sbloccare la situazione, costruirai delle bellissime pesche!

La quarta ed ultima scheda è una sessione a bassa intensità, esercizi a corpo libero che puoi fare sia in palestra, che a casa, per migliorare la propriocezione, rinforzare il core, avere maggior equilibrio e sentire meglio il tuo corpo. Segue una sessione aerobica a bassa intensità per stimolare l’uso dei grassi a scopo energetico.

Clicca per vedere il programma

Per concludere: la Comprensione e la Conoscenza

Ricapitolando, il metabolismo gioca un ruolo importante nella nostra salute e nel nostro benessere quotidiano. Comprendere come funziona e sapere cosa possiamo fare per ottimizzarlo è un grande passo per evitare di rallentarlo.

Con le informazioni ed i consigli forniti in questo articolo, spero di averti ispirata a prenderti cura di te nel modo giusto.

Ricorda, ogni piccolo passo conta.

Integrando le camminate nella tua routine, mangiando in modo equilibrato ed allenandoti come descritto oppure seguendo il mio programma (così son sicura che ti alleni bene 😝), potrai avere la tua svolta.

Grazie per aver letto!

Buon proseguimento, dalla tua premurosa Coach!

Aspetta!

Ti è piaciuto l’articolo? Ne vuoi leggere altri?

Scrivimi un commento oppure un feedback per farmelo sapere, il tuo parere è importante!
Oppure condividi questo articolo sul tuo social preferito!

Hai domande o desideri una consulenza privata?

Contattami per saperne di più!

Vorresti un programma mirato e delineato sul tuo particolare stile di vita?

Dai un’occhiata alla Sezione Coaching e parliamone, insieme possiamo lavorare per raggiungere i tuoi obiettivi!

Per concludere: la Comprensione e la Conoscenza

Ricapitolando, il metabolismo gioca un ruolo importante nella nostra salute e nel nostro benessere quotidiano. Comprendere come funziona e sapere cosa possiamo fare per ottimizzarlo è un grande passo per evitare di rallentarlo.

Con le informazioni ed i consigli forniti in questo articolo, spero di averti ispirata a prenderti cura di te nel modo giusto.

Ricorda, ogni piccolo passo conta.

Integrando le camminate nella tua routine, mangiando in modo equilibrato ed allenandoti come descritto oppure seguendo il mio programma (così son sicura che ti alleni bene 😝), potrai avere la tua svolta.

Grazie per aver letto!

Buon proseguimento, dalla tua premurosa Coach!

Aspetta!

Ti è piaciuto l’articolo? Ne vuoi leggere altri?

Scrivimi un commento oppure un feedback per farmelo sapere, il tuo parere è importante!

Oppure condividi questo articolo sul tuo social preferito!

Hai domande o desideri una consulenza privata?

Contattami per saperne di più!

Vorresti un programma mirato e delineato sul tuo particolare stile di vita?

Dai un’occhiata alla Sezione Coaching e parliamone, insieme possiamo lavorare per raggiungere i tuoi obiettivi!

Leave A Comment

Lucy_Gagliardi

Personal Trainer, Mental Coach

Stay in the loop

Iscriviti Alla Newsletter Per Ricevere Contenuti Utili A Migliorare Il Tuo Stile Di Vita!